A.S. 2019/2020

 

 

La “San Francesco” in festa con lo Sport: “Tutti per uno” il titolo della manifestazione che si è svolta il 7 e l’8 novembre nel plesso Caracalla e ha coinvolto tutte le classi 2^, 3^, 4^ e 5^ del Circolo Didattico.

La manifestazione, animata e diretta in modo impeccabile da alcune Associazioni Sportive del territorio, è riuscita ad entusiasmare  e a far partecipare, in modo attivo e gioioso, alunni e docenti riscuotendo tanta approvazione anche da parte delle famiglie.

“Realizzare una scuola aperta, quale laboratorio permanente di ricerca, garantire sperimentazione e innovazione didattica, di partecipazione e di educazione alla cittadinanza attiva, garantire il diritto allo studio, le pari opportunità di successo formativo e di istruzione permanente dei cittadini attraverso una forte governance territoriale può e deve fare la differenza”….è il monito della dott.ssa Diana Riccelli, neo Dirigente del C.D. San Francesco, giovanissima, alla sua prima esperienza di dirigenza, ma con una grinta tipica di chi vuole fare e vuole fare bene per il benessere della comunità educante.

Questa è solo la prima edizione, ci auguriamo di proseguire negli anni a venire migliorando sempre più!

Un ringraziamento speciale va fatto alle Associazioni Sportive che, con tanta professionalità e competenza tecnica, hanno contribuito al successo dell’intero progetto nonché all’Amministrazione Comunale per il gradito intervento nella persona del C.C. Antonio Stornelli.

In occasione della GIORNATA NAZIONALE DELLA SICUREZZA indetta dal MIUR, gli alunni delle classi 3^ del nostro Circolo Didattico hanno avuto il piacere e l’onore di intervistare due Marescialli dei Vigili del Fuoco, il CSE Vannella Antonio e il CSE Grassi Antonio.

Cosa fanno esattamente i Vigili del Fuoco?

Ci raccontate l’avventura più stana che vi è capitata?

Avete mai paura?

Vi siete qualche volta fatti male?

Ecco alcune delle domande rivolte ai Vigili del Fuoco, domande che nella loro semplicità racchiudono l’essenza di un operato affascinante, imprevedibile, pericoloso, emozionante.

La Scuola ha voluto – con questa iniziativa – non solo far capire ai bambini l’importanza del lavoro svolto da questi eroi silenziosi ma anche sensibilizzare l’utenza verso il delicato tema della Sicurezza affrontato a tutto tondo ma sempre con la doverosa delicatezza nella speranza che, i nostri piccoli alunni, possano diventare cittadini con valori solidi e forti, rispettosi delle Istituzioni e di tutti coloro che indossano con onore la divisa.

…DALLA TEORIA ALLA PRATICA…

Questa volta gli alunni coinvolti sono stati quelli di 4^ e di 5^.

“E’ stata una esperienza bellissima!” raccontano i bambini che hanno trascorso una intera mattinata presso il Distaccamento dei Vigili del Fuoco di San Severo.

“Obiettivo raggiunto!” risponde la Scuola, perché quando si opera in sinergia con il Territorio, i risultati sono e saranno sempre positivi.

Sarà l’occasione per visitare tutti i nostri plessi scolastici, le nostre sezioni, le nostre aule, i nostri laboratori.

Dalle 09.00 alle 12.00 vi accoglieranno alunni e docenti, per vivere una mattinata tra i bimbi e con i bimbi…

NON MANCATE!!!!

Il Circolo Didattico “San Francesco” vi aspetta.

marzo 2020

CARI BAMBINI,

vorremmo coinvolgervi in una iniziativa che necessita di tutta la vostra fantasia e creatività.

Per noi adulti, voi siete RESPIRO, GIOIA, SPERANZA. Ed è per questo che vi chiediamo come adulti, come genitori, come maestri, di rallegrare il grigiore, che da un giorno ad un altro, ha avvolto la nostra quotidianità.

Quindi, piccoli alunni, vi chiediamo di organizzarvi con colori, pennelli, vecchie lenzuola, cartoncini, e dipingere un grande, grandissimo arcobaleno per dire agli adulti, a noi genitori, ai nonni e a tutti coloro che possono farsi prendere da momenti di sconforto che “A N D R A’     T U T T O   B E N E”.

La nostra San Severo, così, si potrà riempire nuovamente di colori, segno di positività, e per tutti quelli che sono costretti ad uscire di casa per necessità, dal dottore che deve andare in ospedale, alla mamma che deve andare a far la spesa, al farmacista che deve aprire la sua “bottega della salute”, possano alzare lo sguardo ai balconi e sorridere nel vedere che dei bambini si sono adoperati per rendere migliore, meno cupo, meno plumbeo questo momento così difficile per la nostra città, per la nostra nazione.

f.to   i vostri insegnanti

La nostra Scuola, anche in questo tempo di emergenza da Coronavirus, non si ferma.

Anzi, mettendo in campo buona volontà, professionalità, abnegazione al lavoro, fantasia e spirito di iniziativa, la nostra Istituzione Scolastica si sta adoperando per non lasciare indietro nessuno.

Ed è proprio in questa ottica che la Didattica, pur sotto una nuova veste, modalità e forma, prosegue il suo cammino.

I docenti sanno e vogliono mantenere viva la didattica nella sua efficacia educativa con i loro alunni, per non far perdere loro il contatto con il mondo della Scuola.

Gli alunni hanno bisogno, oggi più che mai, di essere seguiti, guidati, incoraggiati a leggere la realtà che stiamo vivendo, al fine di decodificarla ed affrontarla, nel modo più sano e corretto possibile.

Devono essere sicuri che ANDRA’ TUTTO BENE, che torneremo presto a rumoreggiare nelle aule e negli spazi fisici della Scuola.

Ed è per questo che alcuni insegnanti non hanno voluto lasciare sottotraccia il DanteDì, pertanto, il 25 marzo hanno coinvolto, con ogni mezzo telematico, i loro scolari in un viaggio alla scoperta del Sommo Poeta e della sua immensa ed universale Divina Commedia.

 

"Ogni frammento di un puzzle è diverso, così come è diverso ogni essere umano, ma affinché si crei la bellezza dell'INTERO tutti siamo importanti". 
Da sempre il nostro Circolo Didattico aderisce alla sensibilizzazione proposta dal Ministero dell'Istruzione sul tema dell'Autismo, indetta per il giorno 2 Aprile.
Tale iniziativa è una grande occasione per i nostri alunni al fine di consolidare in loro l'idea di una scuola inclusiva, che non ponga barriere ma che valorizzi le differenze individuali di ognuno, facilitando la percezione sociale e l'apprendimento.